Perché i ruoli che maggiormente lavorano con  il loro Psicologo dello Sport sono gli attaccanti e i portieri?

 

Sono ormai dieci anni che mi occupo di Psicologia Sportiva e nella mia carriera ho riscontrato in tutti i livelli - professionistico, dilettantistico e giovanile - che i ruoli che maggiormente richiedono il mio aiuto sono prevalentemente le punte (35%) e gli estremi difensori (28%). Al terzo posto troviamo invece le richieste dei difensori centrali (18%). A queste statistiche c'è un perché!

La prima volta che un giocatore importante e famoso della nazionale italiana mi chiamò per una consulenza di psicologia sportiva quasi mi sembrava uno scherzo! Pensai: "Ma possibile che un campione del genere ha bisogno del mio aiuto...". Fino a quel momento avevo seguito dilettanti o ragazzi delle giovanili. L'emozione fu grande! Sono passati degli anni da quella telefonata e nel tempo ho sempre più compreso perchè anche i campioni hanno bisogno di me e dei miei colleghi!

Gli attaccanti sono i giocatori più esposti all'ansia da prestazione! Su di loro c'è la responsabilità della vittoria, ci sono le aspettative degli allenatori e della dirigenza. Se il pallone non entra non si può vincere una partita. Gli attaccanti che non lavorano con lo psicologo sportivo  vivono delle fasi durante il campionato: fase prolifica e fase negativa. Il lavoro psicologico consente di superare i periodi di crisi e di creare uno status di consapevolezza dove si riduce al massimo la variabile errore e si crea una costanza nel rendimento. Un attaccante ha un'identità di "bomber", "macchina da reti", "goleador", etc. e quando non si sente tale, i suoi livelli di autostima scendono notevolmente ed aumenta la frequenza degli errori. In queste circostanze diventa determinante un lavoro psicologico di conoscenza di tutte le tecniche e le strategie che portano l'atleta ad esprimersi al meglio. Spesso la squadra ed i compagni non aiutano psicologicamente ed anche questo aspetto viene trattato durante i percorsi che effettuo con i calciatori. Un attaccante sfiduciato è nervoso, deluso, lento, goffo nei movimenti, impacciato, poco concreto, ha lo sguardo basso, etc. Un attaccante che ritrova la sua forza attraverso la psicologia sportiva è grintoso, concentrato, padrone della rabbia, consapevole delle sue potenzialità. Purtroppo chi crede che la situazione si risolve autonomamente finisce con chiudere la stagione nell'insoddisfazione.

I portieri, invece, chiedono la collaborazione con lo Psicologo dello Sport perché su di loro esiste una continua pressione: "guai a te se sbagli"! L'estremo difensore deve giocare sotto una pressione continua che, se non gestisce adeguatamente, diventa estremamente pericolosa. Un portiere deve essere concentrato, attento, affidabile, intelligente ed anche creativo.

Se un difensore commette un errore spera nel miracolo del portiere. Se il N.1 sbaglia... in chi spera? Il suo errore si può trasformare in un "Nooo" di un intero stadio. La mente del portiere richiede un lavoro di consapevolezza e motivazione sportiva, ecco perché - spesso - lo Psicologo dello Sport durante la gara si colloca, insieme ai fotografi, alle spalle della porta, quando le Società Sportive lo consentono. Il portiere lavora molto tempo con lo Psicologo sul rilassamento e sulla strutturazione di un pacchetto specifico di tecniche di Goal Setting adeguate alla soggettività!

Paolofabrizio De Luca
Psicologo dello Sport - Procuratore Sportivo

 

Info: paolofabriziodeluca@gmail.com

Cell. 3937763680

martedì 31 ottobre 2017

Corsi ed Eventi


Emozioni vincenti! Un corso per gestire le emozioni e diventare un campione!

05 maggio 2018  

Come fanno i campioni ad arrivare mentalmente preparati alle gare importanti?

Mental Training Applicato per Calciatori Professionisti

23 luglio 2017  

Il Mental Training Applicato al Calcio professionale consiste in un completo ed efficace insieme di strategie per consentire ai calciatori di migliorare la conoscenza e l’uso delle abilità psico-fisiche funzionali al miglioramento delle prestazioni negli allenamenti e nelle gare.

Il Napoli a Dimaro-Folgarida

25 luglio 2017  

Sono in programma osservazioni Tecniche presso il ritiro del Napoli a Dimaro dal 5 al 25 Luglio 2017.

Sei un calciatore, un allenatore, un dirigente o un genitore di un giovane talento?
Stai cercando un Procuratore Sportivo, uno Psicologo o un Mental Coach per migliorare le prestazioni agonistiche

Contattaci subito per una consulenza

Le Vie del Benessere


Paolofabrizio De Luca
Procuratore sportivo, Agente di calciatori, Psicologo dello sport, Motivatore sportivo e Mental Coach
www.sportandpsychology.com
© 2019

Sport & Psychology
Via Giovanni Merliani 144
Napoli, Vomero - 80129
Tel: +39 3937763680
paolofabriziodeluca@gmail.com

 
Sito protetto da reCAPTCHA: Privacy - Termini
 
Privacy Policy - Cookies Policy

Project and strategy by: Massimo De Luca